Follow Us:

Verifica Limite Finanziabilità

esame anomalie banca - calcolo valore cauzionale - riscontro nullità - finanziabilita

Home Perché rivolgersi a noi

INDIPENDENTI, RAPIDI E TECNOLOGICI

 

Siamo esperti nel settore del credito fondiario ed effettuiamo la verifica del limite di finanziabilità senza vincoli di sorta. Infatti non siamo in alcun modo interessati e/o coinvolti nel processo di erogazione del credito, nè della sua commercializzazione.

La VLF vuole collaborare con il sistema finanziario, in modo indipendente, per una tutela concreta nell’interesse reciproco sia della parte creditrice che debitrice, nel rispetto delle linee di valutazione del credito immobiliare.

Il protocollo VLF ha creato un sistema di misurazione del limite di finanziabilità, fondato su tecnologie di intelligenza artificiale con una soluzione applicativa di tipo globale tramite uno strumento competitivo, all’avanguardia, rapido ed efficiente, basato su dati elementari, chiari e non ambigui. Con noi avrai un risposta immediata.

Il nostro obiettivo è quello di trovare le migliori soluzioni per tutelare gli interessi dei nostri clienti nell’ambito del rispetto delle regole giuridiche vigenti, al fine di consentire l’erogazione di prestiti responsabili, realmente rispettosi del limite di finanziabilità per evitare il rischio di sovrafinanziamento.

La VLF è studiata anche a tutela della responsabilità disciplinare dei notai, a cui la legge fa divieto di compiere atti proibiti dalla legge e dall’ordine pubblico (cfr. Legge del 16 febbraio 1913, n. 89 art. 28), i quali avranno la possibilità di procedere ad una verifica indipendente del limite di finanziabilità.

Il credito massimo concedibile va parametrato sul valore cauzionale dell’immobile atteso che si tratta di un finanziamento speciale in cui il ruolo del reddito del mutuatario è secondario: è preminente il valore della garanzia immobiliare. Deve bastare ad assicurare in modo certo e sicuro la restituzione del capitale, degli interessi e delle spese di esecuzione.

Se tali regole fossero state realmente rispettate non vi sarebbero stati i recenti crack bancari che hanno duramente colpito il sistema con perdita di valore e fiducia negli istituti di credito, né rovinose esecuzioni immobiliari forzate che hanno reso i mutuatari inadempienti, debitori a vita per la quota incapiente, non soddisfatta, generando una pluralità di Non-Performing Loans (in sigla NPL), crediti deteriorati e di difficile recuperabilità.

Concedere un prestito e/o assumere un debito in violazione del limite di finanziabilità della disciplina del credito fondiario, sapientemente regolamentata dal legislatore, sopravvalutando un bene immobile, arreca un danno alla economia in quanto si effettua un’operazione bancaria errata, contraria all’ordine pubblico, non derogabile dall’autonomia delle parti private, immettendo un prestito nel sistema creditizio che potenzialmente potrebbe generare un finanziamento subprime, con alte probabilità di inadempienza futura.