Follow Us:

Verifica Limite Finanziabilità

esame anomalie banca - calcolo valore cauzionale - riscontro nullità - finanziabilita

Home Il finanziamento fondiario

La Banca nelle operazioni di credito fondiario certifica, secondo il criterio di buona fede e correttezza, il valore dell’immobile nell’interesse reciproco delle parti, come condizione preliminare di validità ai fini dell’erogazione del finanziamento. 

Tale operazione, da un lato, garantisce la Banca nella concessione del finanziamento, assicurando il recupero effettivo del credito – con il criterio del Loan To Value – dall’altro, salvaguarda il cliente affinché, in caso di proprio inadempimento, non corra alcun rischio e/o il proprio rischio sia limitato sul bene finanziato (certificato capiente), stante l’esistenza dell’ipoteca volontaria. 

Nelle operazioni di credito fondiario il legislatore si è posto finalità sociali di pubblico interesse, non disponibili e non derogabili dalle parti, indicate di seguito:

1) l’esigenza di recuperare le somme erogate nel più breve tempo possibile;

2) tutelare la stabilità patrimoniale della Banca con finanziamenti assolutamente capienti;

3) tutelare il debitore consentendogli di beneficiare dei vantaggi fondiari con limitazione dei eventuali rischi espoliativi in caso escussione della garanzia ipotecaria;

4) facilitare l’accesso al credito anche a terzi, riconoscendo a questi ultimi (nel caso di partecipazione ad un’asta), il diritto potestativo di subentrare nel contratto risolto senza l’autorizzazione del giudice e senza il consenso del creditore, permettendo così il rispetto integrale del contratto come originariamente pattuito.